Le api e i colori: quali vedono e perché sono importanti

Oggi volevo raccontarti un po’ di curiosità su come le api vedono i colori e, conseguentemente, i fiori. Grazie agli studi del premio Nobel Karl Von Frisch (1886-1982), di cui ti consiglio il meraviglio libro dal titolo “Il linguaggio delle api“, è stato dimostrato che la capacità delle api di vedere i colori, anche dal punto di vista fisiologico, è molto simile a quella dell’uomo, ma ci sono alcune importanti differenze che ora vedremo. Buona lettura!

Quali colori vedono le api?

Fondamentalmente, le api riescono a distinguere bene quattro diversi colori: il giallo, il verde-bluastro, l’azzurro e l’ultravioletto.

L’ultravioletto, quindi, che per il nostro occhio è invisibile, per le api invece rappresenta un vero e proprio colore. Un colore, peraltro, molto importante.

Insieme al giallo e all’azzurro, infatti, l’ultravioletto per le api è un colore primario. I colori primari sono quei colori base che, se mescolati, permettono di ottenere tutti gli altri colori. Per noi umani i colori primari sono il magenta (una tonalità di rosso), il ciano (una tonalità di blu) e il giallo.

Oltre a vedere i colori, le api sono in grado anche di distinguerli, incluse le diverse sfumature. Ad esempio, riescono a distinguere tra varie gradazioni del grigio, oppure tra le diverse sfumature del viola-blu e dell’ultravioletto. Pare invece che confondano il giallo con l’arancione e il verde-azzurro con il violetto.

Una curiosità! Le api non vedono il colore rosso. A loro il rosso appare molto simile al nero.

Il bianco delle api

L’occhio umano percepisce il bianco quando tutti i colori dello spettro visibile sono mescolati insieme e, più o meno, la stessa cosa succede alle api. L’unica differenza in questo caso è che tra tutti i colori dello spettro deve essere incluso anche l’ultravioletto.

Quando questo avviene, ne deriva uno speciale tipo di colore chiamato “bianco delle api”. Il bianco delle api è percepito dalle api come un colore diverso dagli altri, ma non le attrae particolarmente.

Rimuovendo invece l’ultravioletto da questa sintesi di colori, le api non vedono più il bianco, ma un colore verde-bluastro. Dato che noi non vediamo l’ultravioletto, rimuovendo quest’ultimo per noi il bianco rimane uguale (cioè bianco).

Quindi, ricapitolando, se è presente l’ultravioletto, le api vedono un colore bianco (chiamato bianco delle api). Se invece non è presente l’ultravioletto, quello che a noi sembra bianco alle api appare di color verde-bluastro.

Questo concetto è particolarmente importante nel caso dei fiori bianchi e ora vediamo perché.

Come vedono i fiori le api

Come ti avevo raccontato nell’articolo su api e polline, il trasporto del polline da una pianta all’altra è indispensabile in natura perché permette alle piante di riprodursi.

Dato però che le piante da sole fisicamente non si possono spostare, occorre che il trasporto di polline dalla pianta maschile a quella femminile sia svolto da altri. Dal vento, oppure da animali. Non solo api, ma anche altri insetti impollinatori, uccelli e alcuni mammiferi, come i pipistrelli.

Nel corso dei millenni le piante hanno sviluppato diverse tecniche per attirare le api e gli altri impollinatori. Usando i colori per catturarne l’attenzione anche da lontano, gli odori per guidarli mano a mano che si avvicinano e, per finire, la dolcezza del nettare come ricompensa per la visita e per il servizio reso, l’impollinazione è sempre assicurata! 

I fiori e l’ultravioletto

Il colore ultravioletto, lo abbiamo visto, è molto importante per le api e non solo in quanto colore primario. L’ultravioletto, infatti, viene riflesso da numerosi fiori, facendo sì che le api li vedano molto più colorati di noi.

Le foglie verdi intorno ai fiori, invece, le api le vedono di un color grigio sbiadito, sfumato con un po’ di giallo. In questo modo, il colore del fiore emerge ancora di più.

In questo video che ho trovato su Youtube potrai farti un’idea di come vedono i fiori le api grazie alla luce ultravioletta. Per ogni fiore vedrai tre scatti: come lo vediamo noi, come lo vedono le farfalle, come lo vedono le api.

Interessante, vero?

Per quanto riguarda i fiori bianchi, invece, devi sapere che assorbono la luce ultravioletta e pertanto le api non li vedono bianchi, ma di un colore verde-bluastro. Ricordi che ti avevo detto che il bianco delle api non le attrae particolarmente? Ecco quindi spiegato perchè le api visitano anche i fiori che noi vediamo bianchi.

Ti avevo inoltre detto che le api non vedono il rosso e questo è il motivo principale per cui in Europa i fiori rossi sono più rari che, ad esempio, in Africa o in America. Lì infatti vengono impollinati dai colibrì, minuscoli uccellini che si cibano di nettare.

Ovviamente ci sono delle eccezioni come, ad esempio, il fiore del papavero che, nonostante sia rosso, viene impollinato dalle api. Perchè? La ragione è semplice e ancora una volta entra in gioco il color ultravioletto! Il fiore del papavero, infatti, riflette l’ultravioletto dei raggi del sole e quindi mentre noi vediamo solo il rosso del fiore, le api vedono la luce ultravioletta riflessa.

Per rendere le cose ancora più semplici alle api, infine, la natura ha previsto anche quelle che vengono chiamate “le guide del nettare”.

Le guide del nettare

Hai presente le piste di atterraggio degli aerei dove le lucine indicano al pilota dove atterrare? Ebbene, grazie ai contrasti di colore, i fiori fanno esattamente la stessa cosa e indicano alle api dove posarsi per trovare facilmente e in breve tempo il nettare.

Per assicurare l’impollinazione, infatti, non basta solo attirare le api con colori sgargianti e profumi inebrianti, ma occorre che le api si fermino sul fiore. E quale miglior modo per indurle a fermarsi, se non offrendo loro qualcosa di buono e dolce?

Le guide del nettare sono delle macchie di colore diverso rispetto al resto del fiore, oppure di una diversa sfumatura, e possono essere anche piccolissime.  Alcune possiamo osservarle anche noi, ad occhio nudo, ma grazie all’ultravioletto alle api appaiono molto più evidenti.

Abbiamo visto quali colori vedono le api, quale ruolo svolgono nel rapporto di collaborazione tra fiori e api, e perché sono così importanti.

Sono importanti per le api, perché grazie ai colori le api possono facilmente individuare i fiori e cibarsi del nettare che contengono.

Sono importanti per la natura, perché nel visitare i fiori, le api favoriscono l’impollinazione e quindi la riproduzione delle piante visitate.

Sono importanti anche per noi perché, come sicuramente avrai già sentito dire, l’80% di ciò che utilizziamo lo dobbiamo all’impollinatori. Non solo ciò che mangiamo, ma anche quello che indossiamo, le medicine e i coloranti. Senza l’impollinazione, quindi, non ci sarebbe un futuro.

***

Se ti è piaciuto questo articolo, metti un like sulla mia pagina Facebook. Non ti costa nulla, ma io saprò l’hai apprezzato. E se hai trovato qualche parola di cui non conosci il significato, prova a consultare il mio glossario di apicoltura.

Condividi l'articolo
error: Il contenuto è protetto!!
Torna su