Il Nespolo del Giappone: fonte di nettare e polline

Il Nespolo è un albero sempreverde della famiglia delle Rosacee. È molto diffuso, e in Italia lo troviamo soprattutto nelle regioni del Sud. Al nord cresce fino ai 600 metri o comunque nelle zone dove il clima d’inverno non è troppo rigido. Questo perché il nespolo teme il gelo (e in particolare le temperature sotto i -8 gradi).

Il nespolo è originario del Giappone, e la pianta può arrivare fino ai 6-10 metri. Cresce bene anche in vaso, purché sufficientemente ampio e profondo. I rami hanno una crescita abbastanza irregolare, le foglie invece sono grandi, allungate e lucide, di un colore verde scuro.

Mentre partendo dal seme la pianta cresce lentamente, è altrettanto vero che si presta perfettamente all’innesto su molte altre piante differenti…come ad esempio pero, melo cotogno, corbezzolo.

I fiori del nespolo

Il Nespolo fiorisce in autunno (tra ottobre e febbraio). I fiori si costituiscono in piccoli grappoli di colore bianco, e si aprono man mano sui rametti fruttiferi.

I fiori del nespolo sono ricchi di nettare e di polline, e quindi preziosi per le nostre api. Se il tempo lo consente, vedrete spesso le vostre amiche attingervi avidamente per poi produrre un miele di ottima qualità.

Il miele di nespolo del Giappone

Il miele di nespolo del Giappone è uno dei mieli unifloreali italiani, anche se, dato che la pianta fiorisce molto tardi, viene prodotto solo in quelle zone dove il clima consente alle api la raccolta.

La regione dove si ha una maggiore produzione del miele di nespolo è la Sicilia, e in particolare la provincia di Palermo.

Allo stato liquido, il miele di nespolo è di un color beige molto chiaro, talvolta addirittura quasi incolore. Questo miele però cristallizza abbastanza velocemente, trasformandosi anche nel colore verso un bianco perlato o beige.

All’analisi sensoriale, sia l’odore sia l’aroma sono molto intensi e persistenti, e richiamano quello dei fiori di questa pianta, ovvero quello di mandorla amara.

Le nespole

I frutti del Nespolo, ovvero le Nespole, solitamente appaiono in tarda primavera o all’inizio dell’estate, in abbondante produzione. L’aspetto è simile a quello delle albicocche, di colore arancione, ma con una buccia leggermente dura. Sono ottimi carnosi, succosi, ricchi di vitamina A – che protegge la nostra pelle dai raggi UV e ne riequilibra il PH. La vitamina A protegge inoltre anche la retina, ostacolando la formazione dei radicali liberi.

Le nespole sono anche utili per regolare l’intestino. Se le mangi quando non sono ancora del tutto mature hanno proprietà astringenti, se invece consumate completamente mature diventano leggermente lassative.

All’interno di ogni frutto troverai quattro o cinque semi. Anche questi non vanno trascurati! Con i semi tritati si può produrre un ottimo liquore biondo e dall’inaspettato e delicato gusto di mandorla.

***

Ti ringrazio per essere arrivato fino a qui e ti invito quindi a coltivare questa bella e utile pianta il più possibile, facendo così un gradito regalo a te, ma anche alle nostre preziose api.  Se ti è piaciuto questo articolo, metti un like sulla mia pagina Facebook. Non ti costa nulla, ma io saprò l’hai apprezzato. 




Condividi l'articolo
error: Il contenuto è protetto!!
Torna su